orb crown

Il Sacro Romano Impero in nummis

La Storia in una moneta

Kleve (Kleve)

Westfälische Reichskreis
0Herzogtum
1614Brandenburg
1805Francia
1806Berg
Herzog/Herzogtum
 

Introup

Il ducato di Kleve copriva un'area di circa 2200 Km2, con popolazione in gran parte cattolica.

Era un territorio del SRI, posto sulle due rive del Reno fra il Vescovado di Münster, l'Abbazia Imperiale di Essen, i ducati di Berg, Jülich e Geldern e l'elettorato di Köln.

Lo stemma si compone di un raggio di carbonchio, detto anche Ruota Cleviana o Ruota di Kleve

Storiaup

La contea di Kleve (comitatus Cliviae, creato nel 1020) apparteneva originariamente ai conti di Teisterbant, ma verso il 1000 venne in possesso dei signori di Anton (nelle Fiandre), vassalli imperiali, e con la fine del ramo maschile con Johann I (1398) entrò nei possedimenti dei Conti del Mark.

Kleve fu elevata a Ducato nel 1417 dall'Imperatore Sigmund (Sigismondo). Il Duca Johann III dal 1511 riunì i ducati di Jülich e Berg, e dal 1521 ad essi unì anche il Ducato di Kleve e la contea del Mark, nei "ducati uniti" di Jülich-Kleve-Berg, divenendo la potenza (secolare) principale del Distretto.

Johann stipulò con il Duca Karl di Geldern un trattato che portò nel ducato di Kleve anche Geldern e Zutphen (1538), tuttavia nel 1543 dovette cedere dei territori all'Imperatore Karl V. Nel 1609 Johann Wilhelm IV morì affetto da catatonia, senza eredi, nonostante fosse ricorso addirittura a esorcismi. Il suo corpo rimase per circa 20 anni (1628) senza sepoltura, abbandonato in una cassa di piombo nella cappella del castello di Düsseldorf.

La guerra di successione e i Possidierenden Fürsten

Il ducato (con i possedimenti di Jülich, Kleve, Berg, Mark, Ravensberg e , con una popolazione confessionalmente mista) divenne terra di conquista per molte Case regnanti: Habsburg, Brandenburg, Pfalz, Sachsen ...

Gli Olandesi erano favorevoli a principi protestanti, mentre i Paesi Bassi Spagnoli erano ovviamente a favore di principi cattolici. L'Elettore Johann Sigismund del Brandenburg (Brandenburgo), la cui madre Anna era sorella dell'ultimo Duca di Kleve, il già citato Johann Wilhelm IV, mandò nel 1609 suo fratello Ernst con delle truppe; l'altro principale contendente, Wolfgang Wilhelm, figlio del Conte di Pfalz-Neuburg rispose mandando le sue truppe. Entrambi si accordarono per un governo provvisorio comune, riconoscendo la piena libertà di culto a protestanti e cattolici. Si apre così la fase dei Possidierenden Fürsten (Principi Possessori) l'Elettore di Sachsen, rimasto escluso, ebbe l'unica "ripicca" fu quella di mantenere nello scudo lo stemma di Kleve.

L'imperatore non stette a guardare, e fece marciare le truppe verso Jülich, ma niente poté contro i "Possidierenden Fürsten", alleati con Olanda, Inghilterra e Francia, coalizione rafforzata anche dall'assassinio politico del re francese Enrico IV (1610), che vide riunirsi il fronte anti asburgico.

La guerra dei 30 anni vide il territorio sconvolto da numerose campagne: i Brandenburghesi inviarono a Kleve i loro Governatori, fra i quali il più noto è Johann Moritz von Nassau-Siegen (1604-1679), olandese, legato agli Orange, esploratore del Brasile, che esercitò il suo mandato dal 1647.

Con il trattato di Xanten (1614) Kleve venne dato in amministrazione all'Elettore del Brandenburg (Brandenburgo) (protestante), mentre il Mark, Ravensberg, Jülich e Berg vennero affidati allo Pfalz-Neuburg (cattolico). La parte indivisa fu occupata da entrambi il 9.9.1666.

Dal 1609 al 1672 gli Stati Generali di Olanda occuparono la fortezza di Kleve con le loro truppe, e solo nel 1666 l'Elettore del Brandenburg (Brandenburgo) lo potè annoverare fra i suoi possedimenti. Negli anni fra il 1757 e il 1762 Kleve appartenne alla Francia, ma con la pace di Basel (1795) il Brandenburgo-Prussia lo occupò di nuovo, dopo aver ceduto la parte della riva sinistra del Reno alla Francia (circa 990 km2) che la unì al dipartimento della Ruhr. I distretti di Zevenaar, Huissen e Malburg fecero parte dal 1803 alla Repubblica Batava, nel 1805 la Prussia si riprese la parte francese di Kleve, Napoleone nel 1806 riunì le parti restanti sotto il Granducato di Berg. Nel 1810 la parte nord appartenne di nuovo alla Francia, fino al 1813 e al congresso di Vienna (1815) con il quale (assieme ad altri territorio) tornò alla Prussia.

Signoriup

Zecche e zecchieriup

Dati estratti da: Schön G., Deutscher Münzkatalog 18. Jahrhundert, Battenberg (2007-2008)[SCH]

Zecche

Zecchieri

Moneteup

Bibliografiaup

Linkup

Galleriaup

Stemmi
Kleve0
Kleve0
Kleve1
Kleve1
Monete
Altri e Vari
ghirigoro
aquila imperiale italiano english Karl der Grosse