orb crown

Il Sacro Romano Impero in nummis

La Storia in una moneta

Orciano (Orciano)

 
1630Markgrafschaft
Markgraf/Markgrafschaft
 

Introup

Con decreto granducale del 19 aprile 1630 Orciano venne elevato a feudo col titolo di marchesato e assegnato a Roberto degli Obizzi di Padova con diritto di successione. Morto Roberto senza eredi, lo stesso granduca, con diploma del 1 maggio 1652, provvide a concedere il feudo di Orciano a Pio Enea degli Obizzi, figlio naturale del defunto, con i medesimi privilegi ereditari. Così a Pio Enea, il 25 giugno 1676, successe Roberto, a questi il 31 luglio 1702, Tommaso, a questi ancora, il 29 luglio 1759, Ferdinando, e finalmente, il 29 maggio 1771, un altro Tommaso Obizzi, che fu l'ultimo marchese di Orciano. Alla fine del secolo XVII il marchesato contava 27 fuochi, 102 anime e 16 soldati a piedi; ma alla fine del secolo successivo vi si annoveravano 240 abitanti.

Tommaso Obizzi letterato ed archeologo fece battere nel 1791 uno scudo allorché Orciano già feudo degli Obizzi di Lucca e concesso poi nel 1630 a Pio Enea II era stato reincamerato nel 1778. Le monete sono battute a Firenze non disponendo Orciano di una zecca.

Fonte:

Storiaup

Signoriup

Zecche e zecchieriup

Dati estratti da: Schön G., Deutscher Münzkatalog 18. Jahrhundert, Battenberg (2007-2008)[SCH]

Zecche

Zecchieri

Moneteup

Bibliografiaup

Linkup

Galleriaup

Stemmi
Monete
Altri e Vari
ghirigoro
aquila imperiale italiano english Karl der Grosse